Make tea not war

Make tea not war” è il titolo di un’opera dell’artista inglese Bambi, definita street artist da chi si intende un minimo di arte contemporanea (me ne tiro fuori). L’opera è molto semplice ed efficace nella nostra società delle immagini che ogni tanto cerca il ritorno alla semplicità: uno stencil su un muro rappresenta un’anziana e arzilla vecchietta con una teiera in mano. La scritta sotto, make tea not war, è il messaggio semplice ed efficace che non ha bisogno di ulteriori commenti o spiegazioni: è già tutto lì dentro.

make tea not war

Bambi, Make Tea Not War

L’opera originale sta su un muro di Londra – e tra l’altro è stata oggetto di atti vandalici – ma ne esiste una copia fatta per essere venduta e che è stata infatti acquistata, per la modica cifra di 20.000 £, dal cantante dei Take That Mark Owen pochi giorni fa. E’ anzi grazie a questa notizia, rimbalzata sulle testate di gossip inglesi, da lì a twitter e a facebook, e di cui peraltro si potrebbe anche fare a meno (non è poi così fondamentale sapere come spende i suoi soldi un cantante, per quanto possa essere l’idolo delle masse) che sono venuta a scoprire l’esistenza di quest’artista, Bambi, e della sua opera, che ben si presta ad essere proposta su questo blog. Notizie più precise sull’artista si trovano qui mentre su Fickr si trovano le foto dell’originale e delle scritte vandaliche che l’hanno deturpato.

Curioso come alle volte si possa imparare e conoscere qualcosa di nuovo anche leggendo un frivolo articoletto di gossip: se non avessi mai aperto il link su twitter, non avessi letto l’articolo e visto l’immagine dell’opera, non avrei mai scoperto l’esistenza di questa Bambi, della provocatorietà di certi suoi messaggi e certe sue opere, dell’esistenza infine di un’opera che in qualche misura ha a che fare con il mio té.  Pensa un po’, mi tocca ringraziare Mark Owen per l’ottimo affare che ha fatto e per il post che mi ha fatto scrivere!

2 responses to this post.

  1. Ciao, volevo solo dirti che il motto “fate il tè e non la guerra” venne coniata dai Monthy Pythons. Geniale!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: