Il mio té dalla Cambogia

cambodian tea

L’ultimo arrivato nella dispensa de Il mio té è un carico inaspettato di té dalla Cambogia.

Il té dalla Cambogia è dono di un’amica e collega che ama viaggiare e raggiungere luoghi non comuni. Questa volta è stata in Cambogia, per l’appunto. Ha visitato i favolosi templi di Angkor-Wat, avvolti dalla Jungla che vi è cresciuta sopra inglobandoli, creando un luogo davvero incredibile. E di ritorno, forse perché sa che rosico fortemente ogni volta che qualcuno si allontana dall’Europa, mi ha portato una confezione di té. Che entra di diritto nella Top Ten dei té dal mondo più graditi che mai mi siano stati regalati.

Il mio té dalla Cambogia

Come dicevo, la confezione contiene 6 té e infusioni differenti ed esotiche. Si tratta di:

  • Jasmine tea
  • Lotus  tea
  • Pandanus tea
  • Ginger tea
  • Bael herbal tea
  • Lemongrass herbal tea

Ciascuno di essi è conservato in uno scatolino di foglie di palma intrecciate e colorate. Il packaging è sicuramente molto esotico!

E ora vi descrivo ciascuno dei té e delle infusioni.

Jasmine tea

Un classico dei té verdi scented, ovvero profumati naturalmente. In questo pacchetto le foglie di té sono mischiate ai petali di gelsomino. Il profumo è intenso, così il gusto in tazza. Per approfondire sulla differenza tra té scented e té aromatizzati leggi qui: té profumati e té aromatizzati: come distinguerli

Per la mia esperienza, il té al gelsomino è piuttosto diffuso nel sudest asiatico. A suo tempo mi giunse una confezione di té al gelsomino dalla Thailandia: era in bustina, non in foglia, ma ciò è ugualmente indicativo del gusto da quelle parti.

Lotus tea

Anche questo è un té diffuso nel sudest asiatico. Il profumo è molto particolare, lievemente agro, se così lo si può definire. Già qualche anno fa avevo ricevuto in regalo un té al loto sempre dalla Cambogia. Quello era un té nero con aggiunta di fiori di loto. L’aroma era più mite, in qualche modo, l’aroma in bocca più “occidentale”, concedetemi il termine. Il Lotus Tea che mi è arrivato ora invece è quasi un infuso: petali di fiore con pochissime foglie di té verde, in una minima percentuale. Inevitabilmente l’aroma dei petali è più forte, poco “ingentilito” dalle foglie di té nero che certamente coprono il profumo selvatico dei fiori.

lotus tea
il mio lotus tea dalla Cambogia

Pandanus tea

Questa è una delle grandi scoperte di questo pacco di té: il té al pandanus. E voi mi direte: che cos’è il pandanus?

Pandanus tree
Un albero di pandanus nel suo ambiente naturale a Heron Island, Barriera Corallina Australiana

Il pandanus è una mia vecchia conoscenza. Un albero incontrato durante il mio viaggio in Australia, più precisamente tra il Tropico del Capricorno e l’Equatore, tra Darwin, Cairns e Heron Island, le tre tappe che ho toccato in quell’area geografica. A vederla somiglia ad una palma; i suoi frutti invece somigliano ad ananas, ma non hanno niente a che vedere. Ciò che non sapevo, quando incontrai il pandanus in Australia, è che le sue foglie fossero commestibili. Lo scopro ora, che ho per le mani per l’appunto il té al pandanus.

Il profumo della foglia di pandanus è dolciastro ed ha un qualcosa che mi ricorda il té al riso, pur non avendo niente a che vedere. Nella mia confezione è mescolato a foglie di té verde. Il profumo dolciastro tuttavia è preponderante. L’insieme è gradevole e la bevanda è un utile accompagnamento dei pasti: Pandanus tea invece che un bicchiere di vino.

pandanus tea
il mio té al pandanus, direttamente dalla Cambogia

Ginger tea

Il té allo zenzero è un grande classico. Si presenta come un té verde con pezzi di zenzero. Profumo frizzante, sapore mediato dal té verde che è preponderante. Un’ottima bevanda per il pomeriggio, rinfrescante in estate.

Stiamo parlando naturalmente di prodotti destinati al mercato turistico. Pertanto le foglie di té verde contenute all’interno non sono perfette, ma sono sbriciolate, a tratti ridotte a polvere. I puristi sono avvisati.

Bael herbal tea

Giuro che non sapevo manco che esistesse un qualcosa chiamato Bael prima di ricevere questo pacco. Scopro invece che il Bael è un frutto chiamato anche “mela di legno”: tropicale, frutto dell’albero Aegle Marmelos, mi sta immediatamente simpatico perché ha delle proprietà che lo rendono utile al mio stomaco. L’albero del bael trova il suo habitat migliore in India, Sri Lanka, FIlippine e Cambogia, naturalmente, dunque lungo tutto il sud est asiatico. Da fresco, il frutto ha il guscio legnoso e la polpa all’interno arancione che ricorda la papaya con un retrogusto acidulo ma fresco di lime (così leggo sulla mia fonte: cure-naturali.it). Essiccato, è il componente di infusi proprio come l’herbal tea che mi è giunto dalla Cambogia.

bael tea
il mio Bael tea dalla Cambogia

Lemongrass herbal tea

Il lemongrass è una pianta originaria, anch’essa, di India, Sri Lanka e sud est asiatico. Impiegata nella cucina tradizionale dell’asia tropicale, è utilizzata anche per infusi. Come sempre in questi casi, alle erbe vengono attribuite grandiose proprietà curative, delle quali però spesso non si ha riscontro scientifico provato. In ogni caso, il lemongrass tea può essere utile nel curare l’ansia, ovvero ha una funzione calmante un po’ pari alla camomilla; sembrerebbe avere un ruolo inibitorio nel confronto di alcuni tipi di infezioni, può far bene all’igiene orale e infine ha proprietà antiossidanti. Tutte queste informazioni le ho colte da un articolo inglese sull’argomento, per cui rimando ad esso per ogni approfondimento successivo: medicalnewstoday.com.

lemongrass tea
il mio lemongrass tea dalla Cambogia

Ecco qui conclusa questa breve analisi dei té che mi sono arrivati dalla Cambogia. Senz’altro si tratta di essenze e profumi ben diversi dal nostro comune sentire e dal nostro gusto. Eppure ritengo importante poter assaggiare anche queste particolarità locali. Mi piace pensare a me come ad una spugna che assorbe ciò che di bello e buono il resto del mondo ha da offrire. Lo faccio quando viaggio e lo faccio quando ahimè resto a casa ma sono i té a farmi viaggiare.

E tu come ti senti nei confronti dei gusti “nuovi”? Una spugna pronta ad assorbire o refrattario come una tavola di acciaio?

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.