Un té invernale con le amiche, 2015 Edition

image Gli ingredienti sono i soliti: le amiche innanzitutto, quelle con cui ormai condividi giorno per giorno gioie e dolori, menate e fatiche, soddisfazioni e piccoli successi quotidiani. Sono anche quelle amiche che per fare spirito di gruppo perché “o tutte o nessuna” e perché “è giusto così”, prendono decisioni corali del tutto inaspettate, roba da cambiare il corso della storia, per capirsi. Queste amiche si incontrano spesso, si frequentano quotidianamente, eppure hanno trovato un’occasione per una ricorrenza speciale, che anno dopo anno si ripete sempre uguale.

Così ci siamo ritrovate ancora una volta tutte insieme. Abbiamo pranzato (abbondantemente), abbiamo mangiato una supertorta di Alice, alias Panelibrienuvole e poi, nel pomeriggio, ci siamo deliziate con il té. Che si adatta bene sia al clima di inizio dicembre, con la stufa che scoppietta nel salone regalando luce e calore, sia all’atmosfera di chiacchiere e ciane (per dirla alla toscana) che in realtà sono iniziate già prima di pranzo, ma che con il té prendono una piega risolutiva.
imageLa casa antica, arredata con gusto e che traspira familiarità e amore per le cose semplici e tradizionali è lo sfondo ideale. L’orario è anch’esso quello giusto: le Cinque, non un minuto di più, non uno di meno. Non manca che mettere su l’acqua per il té e scegliere il blend adatto. Viene votato quasi all’unanimità un té al cioccolato. Si chiama Dolce tentazione e la è in effetti: acquistata in un’erboristeria che è molto più del suo nome, regala sensazioni calde, note dolci e ovattanti, come solo il cioccolato sa fare.
image Le tazze che la nostra ospite ci propone sono tutte natalizie: chi ne riceve una a forma di albero di Natale, chi a forma di calza della befana, chi di gufo rosso con i grossi occhioni impertinenti, chi verde con una buffa alce in rilievo… la collezione di tazze natalizie, vanto della nostra ospite, è un’esplosione di gioia! A completare il teatime biscotti appositamente preparati: ci sono i miei, a base di farina di mais e in parte farciti con una crema di nocciola e miele, e quelli di Barbara, alias Piumino, che ha ricreato i tradizionalissimi omini di zenzero che fanno tanto Natale.
E mentre si sorseggia il té si beve, si scherza, si ride, ma si discute seriamente del nostro futuro, delle sfide che ci attendono e che hanno una sola risposta: l’unione fa la forza. E noi siamo, dopo oggi, più che mai unite.

image

2 responses to this post.

  1. Posted by Mahee Ferlini on 08/12/2015 at 21:07

    Devo provare il te’ al cioccolato!

    Rispondi

    • Ah, è buonissimo! Il profumo lo riconosci subito e mentre lo bevi avverti il contrasto del dolce del cioccolato e dell’amaro del cacao: un’esperienza molto particolare!
      Grazie per aver condiviso questa tazza di té con noi! 😊

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: