Regali di Natale all’Erboristeria Spada

erboristeria spadaNon sono una frequentatrice di erboristerie: ho passato la fase, di epoca universitaria, in cui tra tutte le amiche per Natale e per il compleanno era sempre un regalarsi prodotti per il corpo, creme idratanti, bagnoschiuma profumati, prodotti dell’Erbolario e sali del Mar Morto. Le erboristerie negli anni per me sono diventate luoghi che neanche guardo anche perché l’unico aspetto che mi potrebbe interessare, cioè il procurarmi gli ingredienti base per tisane ed infusi, in realtà non lo coltivo: solo una volta, anni fa, mi sono fatta preparare una tisana su misura; solitamente, invece, non avendo bisogno di particolari infusioni per questioni di salute, compro gli infusi già preconfezionati, facendomi guidare dal profumo e dal colore dei componenti piuttosto che dal loro nome e dalle loro caratteristiche.

erboristeria spadaMa per l’Erboristeria Spada faccio un’eccezione. Perché non è un’erboristeria come le altre. Si trova a Firenze, in zona Piazza Dalmazia, quindi fuori dal centro zeppo di turisti, ma molto nota ai Fiorentini, in qualunque quartiere essi abitino. Il perché è presto detto: basta passare davanti alla sua vetrina per capire che non è come le altre erboristerie. Quest’erboristeria di quartiere ha personalità, eccome! Oltre ai consueti prodotti di erboristeria, per cominciare, vende anche spezie, té, teiere e profumazioni per la casa. Non si limita a vendere pepe, origano, cannella e chiodi di garofano (e altro ancora), ma a proporli in bellissime composizioni cui è difficile resistere. E io, naturalmente, ci casco sempre. Soprattutto quando le composizioni sono a base di té. Nero, verde, aromatizzato, infusi alla frutta o ai fiori: l’Erboristeria Spada propone una discreta varietà di infusioni, di buona qualità e resa.

Sotto Natale, poi, la fantasia si scatena: tante, tantissime sono le idee regalo che riempiono gli scaffali dell’erboristeria. Tazze, teiere, accessori per il té, abbinati con miscele di té svariate. I prezzi sono competitivi, e la gioia per gli occhi è grande, immensa. Non ci credete? Guardate un po’:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Di tutta questa bella teoria di oggetti ho acquistato due composizioni (e lo ammetto: le ho acquistate per l’oggetto in sé e non per l’infusione, anche se devo ammettere che mi è andata bene😉 ): l’infusore a ombrello da tazza e il poggiateiera in ghisa.

E poi c’è lei… lei, che come l’ho vista l’ho adorata alla follia. Lei, per la quale non ho assolutamente spazio in casa, ma che sgomitando col suo manico nervoso, che sembra proprio un gomito piegato sul fianco di una tipa tosta che sa il fatto suo, lo spazio se l’è saputo conquistare, nella mia vetrinetta, spodestando la paciosa teiera inglese e il suo micio salvagoccia (un giorno o l’altro ve ne parlerò) che sono finiti miseramente nelle retrovie. Una bellissima, simpaticissima teierina color salmone, dalla forma alquanto spigolosa, che a Fancyhollow ricorda l’impertinente zuccheriera del cartone animato Disney La Spada nella Roccia. Ebbene, l’ho vista ed è stato amore. Ci ho pensato su una serata, ma in realtà nel momento stesso in cui il mio sguardo ha incontrato la sua silhouette avevo già deciso che sarebbe stata mia. E così son tornata il giorno dopo all’Erboristeria Spada, per acquistarla.

Erboristeria Spada

La mia teiera – Natale 2014

Simpatico lo scambio di battute con gli erboristi che mi hanno chiesto se i miei acquisti necessitassero di pacchetti regalo. “No, macché!” ho risposto “Sono per me!”. La loro risposta è stata la migliore, e vera, che potessi ricevere: è giusto farsi un regalo, ogni tanto, perché ce lo meritiamo. Personalmente non lo so se me lo merito, ma nel dubbio me lo sono fatta lo stesso. E mi coccolo, che di coccole, anche se non lo ammettiamo, ce n’è sempre bisogno.

Vi è piaciuto questo post? Conoscete l’Erboristeria Spada? Vi invito a parlarne insieme sia qui nei commenti che sulla pagina Facebook de IL MIO TE’ BLOG

3 responses to this post.

  1. Non la conoscevo, se capito a Firenze ci passerò senz’altro. Un bel posto dove farmi un autoregalo!

    Rispondi

    • Assolutamente sì! L’autoregalo è d’obbligo! Non sai quante volte entro lì dentro dicendomi “do un’occhiata e basta” e poi esco tutta compiaciuta con il mio autoregalo!

      Rispondi

  2. […] un té al cioccolato. Si chiama Dolce tentazione e la è in effetti: acquistata in un’erboristeria che è molto più del suo nome, regala sensazioni calde, note dolci e ovattanti, come solo il cioccolato sa fare. Le tazze che […]

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: