Archive for dicembre 2014

Il segnaposto a Natale lo faccio così

È la prima volta che organizzo a casa mia una cena di Natale. È vero, non sono particolarmente ospitale, e in più sono molto pigra, per cui è veramente raro che io di mia sponte spalanchi la mia porta agli ospiti. Tuttavia questa volta ho fatto un’eccezione ed ho invitato a cena le mie amiche, quelle con cui ogni tanto condivido anche qualche tazza di té. E proprio perché solitamente condividiamo pause del té, e per non sfigurare, essendoci tra le invitate nientepopodimenoché Silvia del Fancyhollow, mi sono dilettata ad allestire una tavola natalizia con tanto di sottopiatti, centrotavola e regalino/segnaposto.
Questa la tavola:

image

Questi i centrotavola, di cui vado particolarmente fiera, anche se mi rendo conto che sono molto semplici  (ma hanno ricevuto il plauso di Fancyhollow, sicché ottimo! :)):

image

E questi infine i segnaposto: ciascuna delle invitate aveva il suo regalino, cui si accompagnava una bustina di té homemade e personalizzata, di cui ho realizzato l’etichetta con polyvore.

image

Sia il té che le bustine sono state acquistate a La Via del Té di Firenze: il té è 2011, un té verde aromatizzato della linea Golden Jubilee creato nel 2011 per celebrare il 50^ anno di vita della casa da té fiorentina, molto profumato e per me abbastanza “nuovo” come accostamento di fragranze, ananas, rosa ed erica. Per chiudere la bustina ho usato una semplice mollettina natalizia.

image

Un pensierino molto semplice, ma fatto col cuore. Ed è questo che conta.

Alla (ri)scoperta del rooibos

Le giornate sono piene di segni e di riferimenti. Basta solo saperli cogliere. Un esempio? Ieri, a Firenze, ero al Mercatino di Natale di Piazza Santa Croce. Accanto al consueto banco di ceramiche, biscotti e marmellate inglesi c’è l’altrettanto consueto banco di spezie sfuse. Qui, tra le varie cannella, noce moscata, lavanda, té verde e quant’altro, in una cesta c’è anche il rooibos, e al vederlo mi è scattato qualcosa: ma da quant’è che non mi bevo un bel rooibos?
wpid-screenshot_2014-12-14-17-24-53-1.pngProprio mentre ero lì davanti, altri chiedevano cosa fosse il rooibos: già, perché nonostante sia abbastanza diffuso, sono ancora in pochi a conoscerlo. Il rooibos è un ottimo infuso, dolciastro di base e dal colore rosso in infusione. A vederlo si presenta spezzettato in piccolissimi aghi rossicci che possono passare attraverso il filtro e finire in tazza. Nonostante spesso venga venduto come “té rosso”, proprio per via del colore in infusione, col té non ha niente a che vedere: deriva invece da un arbusto africano ed è quindi in Africa che nasce. Dolciastro di natura, viene poi preferibilmente aromatizzato con ingredienti e profumi ancora più dolci quali la ciliegia, la fragola e la vaniglia: ricordo a tal proposito che il mio primo rooibos era aromatizzato proprio alla ciliegia; lo acquistai a Vienna e negli anni imparai che nel mondo germanico il rooibos va per la maggiore, insieme ad essenze il più possibile dolci.
Ma torniamo a noi. Ho lasciato il mercatino di Piazza Santa Croce col suo rooibos e sono andata a La Via del Té, per fare un giro di ricognizione.

wpid-img_20141213_195818.jpgLa cosa veramente ganza de La Via del Té è l’aromateca: una serie di boccette piene di tutti i té e le infusioni in foglia che tutti possono annusare alla ricerca del té perfetto.

L'aromateca de La Via del Té

L’aromateca de La Via del Té

Così, svolazzando di boccetta in boccetta mi sono imbattuta nella serie dei rooibos.

E tra questi non ho potuto resistere ad uno aromatizzato principalmente alla mandorla: si chiama Graceland, in tazza viene di un bel rosso arancio e il profumo è davvero intenso.

Una tazza piacevole che incontra il gusto di chi non ama il té tradizionale o di chi preferisce evitare la teina: il rooibos, infatti, non ne contiene. Chissà se mi sarei fatta colpire da questo rooibos aromatizzato lo stesso se non avessi visto il cesto di rooibos in Santa Croce? Chi può dirlo. Comunque sono contenta di averlo bevuto di nuovo, dopo tanto tempo.
Allora vi ho convinti? A Natale quest’anno regalate un rooibos! 🙂

rooibos

Dlin Dlon! Comunicazione di servizio: Il mio té è su Facebook!

Ebbene sì, ho aperto da qualche tempo la fanpage de Il Mio Té. Non posso pubblicare tutto su questo blog, e sempre più spesso ahimè non riesco a organizzare il mio tempo libero per dedicarmi interamente a questo blog. Con la pagina facebook posso essere più presente, condividendo immagini, pensieri e tazze di té in qualunque momento della giornata.

ilmioté

La pagina facebook de Il mio té

Ma ora siete ancora in pochi ad aver messo il vostro “mi piace”, per cui approfitto di questo post per pubblicizzare la pagina che, vi prometto, sarà il completamento virtuale di questo blog. Se già per me il blog è un salotto virtuale in cui sorseggiare amabilmente il té con voi tutti, la pagina facebook, a maggior ragione è il luogo per chiacchierare ancora di più con voi.

Vi invito a venire a prendere il té da me sulla fanpage de Il mio té! Vi aspetto!