Tweeting about tea: Il mio té e Ahmad Tea

Tutto è iniziato qualche tempo fa, quando mi è arrivata su twitter (io sono @maraina81, per chi mi volesse seguire anche se, vi avverto, sono ahimè pochi i tweet che dedico al té rispetto a quelli che dedico ad altro) una notifica del tutto inaspettata: @ahmadteaUK is now following you. Gioia e giubilo da parte mia, per due motivi: intanto perché io ancora non lo seguivo, e poi perché Ahmad Tea mi aveva “beccato” grazie ad uno dei miei pochi tweet taggati #teatime. Beh, credo di aver saltellato da sola per casa per 10 minuti buoni dalla gioia. Perché essere seguiti da una casa produttrice di té londinese di un certo livello è un po’ come per il fan di un cantante essere seguito da quel cantante! Ma quello è stato nulla in confronto a quello che è successo poi, e che sta succedendo tutt’ora.

Sì, perché da qualche settimana a questa parte sto amabilmente conversando, a colpi di tweet, proprio con Ahmad Tea. Un’ottima scusa per fare esercizio di inglese, anche se credo di scrivere ogni volta una serie di castronerie, visto che quel corso d’inglese che dovrei fare continuo a rimandarlo, ma ogni volta è una gioia quando al mio tweet Ahmad Tea risponde con un altro tweet.

Tutto è (ri)cominciato infatti da quando @AhmadteaUK ha pubblicizzato il suo profilo instagram.

Mi ha invitato a nozze, perché adoro le foto di still life a soggetto té, e in generale tutte le immagini che si possono riferire al té. E infatti sono andata a guardare, ho apprezzato, e ho subito scritto: I love your Instagram profile! Da lì è partita la conversazione… quali tipi di foto dedicate al té mi piacciono, quant’è ampia la mia collezione, qual è la mia teiera preferita, e poi se sono già stata a Londra, di dove sono io, cosa mi piace fare nella mia città…    

brani di conversazione tra me e @AhmadTeaUK: cose che danno soddisfazione... ;-)

brani di conversazione tra me e @AhmadTeaUK: cose che danno soddisfazione…😉

  Insomma, va detto che chi si occupa dei social per l’Ahmad Tea ci sa fare, tratta ogni follower come se fosse l’unico e il più importante, lo coccola come coccolerebbe un ospite per il té delle Cinque, insomma, fa un ottimo servizio clienti. Perché volete mettere? Ora che tra poche settimane torno a Londra pensate che acquisterò il té della Twinings o piuttosto quello dell’Ahmad Tea con cui chiacchiero abitualmente? Peccato solo che non abbiano uno store (mi sono già informata), perché giuro che ci avrei montato le tende!

Detto questo, è proprio vero che i social network, twitter in particolare, abbattono totalmente le distanze tra le persone. Nel caso di un marchio come può essere una casa da té, l’utilizzo dei social serve proprio per fidelizzare con i potenziali clienti. Ogni follower viene considerato importante, e davvero in questo caso mi sembra di essere in compagnia del signor Ahmad Tea, seduta al tavolino di una teahouse a conversare del più e del meno. Mi immagino la scena: siamo a Londra, quindi piove e non ho l’ombrello, perciò mi riparo in questa bella e luminosa teahouse, con i tavolini bianchi e le tazze a fiori rosa e lilla. Mi avvicino al banco, il mio inglese è stentato, ma accanto a me il signor Ahmad accorre in mio aiuto. E da qui si chiacchiera, dapprima del tempo, poi di quant’è bella Londra in primavera e dell’estate a Firenze che non è mai arrivata ma che sembra non volersene più andare, quindi del té, latte e limone o liscio?, e dei fiori, che a me piace fotografare, ma che è bene che non coltivo, perché non ho il pollice verde (come si dirà pollice verde?)… Intanto beviamo il nostro té, seduti al tavolino bianco decorato con un centrotavola floreale, mentre tutto intorno è luce bianca e ovattata. Poi fuori smette di piovere, spunta anzi un pallido sole londinese che illumina il Tamigi, e noi riprendiamo le nostre vie, ognuno la sua, io con un sorriso in più…

One response to this post.

  1. […] che in qualche post fa vi raccontavo di come su Twitter io abbia avviato una conversazione con @Ahmad Te…, nota casa produttrice di té inglese, e lodavo il loro modo di fare marketing attraverso i […]

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: