Merenda estiva

Premessa: io non cucino mai dolci. Ci vuole troppa precisione nelle dosi, nell’impasto, nella cottura, niente dev’essere lasciato al caso, tutto deve seguire un ordine preciso, ci sono regole che vanno rispettate. Io invece sono più raffazzonata, sono più da “q.b.”, da “a occhio”, da “regolate di sale e di pepe”.

susine scosciamonacheQuesta volta però ho fatto un’eccezione: mi sono piovute in casa quintalate di scosciamonache, piccole susine che è raro trovare al supermercato, ma che abbondano sugli alberi delle campagne toscane. Le conosco da sempre, ma ho scoperto il loro nome e una ricetta per cucinarle a dovere sul blog di Pane Libri e Nuvole. Siccome ho avuto modo di assaggiare la crostata preparata direttamente dalle mani dell’autrice del blog, e pertanto di apprezzarla adeguatamente, avendo con me una tale abbondanza di materia prima sarebbe stato quantomeno inappropriato mangiarle senza fare il tentativo di cimentarmi nell’impresa della crostata. Che donna di casa sei, Marina? E così mi sono armata di tanta (buona) volontà, ho indossato il grembiule e dopo aver ridotto la cucina a un campo di battaglia infarinato ho infornato la mia torta. Che, devo ammettere, mi ha decisamente soddisfatto e ripagato dell’impresa, per me titanica. La ricetta non ve la racconto, la trovate qui spiegata e illustrata molto meglio di come posso fare io: l’unica differenza con l’originale è che io ho preferito fare la frolla tradizionale, chiedendo anche per questa, naturalmente, le dosi a Pane Libri e Nuvole.

Ottima per la merenda, per una merenda estiva, ho deciso di accompagnarla con un té freddo alla pesca bianca, estivo anch’esso. L’ho preparato aggiungendo pochissime foglie di té nero ad un’infusione molto profumata, ma altrettanto delicata, alla pesca bianca della Dallmayr (che acquistai in aeroporto a Monaco di Baviera qualche tempo fa). L’aggiunta di té nero è servita principalmente a dare colore e carattere ad una bevanda che altrimenti, bevuta accompagnando la torta, perderebbe del tutto il suo profumo proprio per confronto con la torta che invece ha un carattere molto deciso.

Insomma, la merenda estiva è pronta. E, se permettete, questa è proprio l’ora giusta per gustarla!🙂

merenda estiva

3 responses to this post.

  1. Ciao Marina,
    il 26.8 ho ricevuto il premio Versatile Blogger. Adesso passo la nomination a te e spero che accetterai questo premio da parte mia.
    Leggi il post
    http://coccolatime.wordpress.com/2013/09/08/the-versatile-blogger-award-nominations/
    con tutte le istruzioni

    Ciao e a presto
    Coccola

    Rispondi

  2. […] una cosa che mi mette ansia è preparare i dolci. E infatti non ne cucino quasi mai. Giusto una crostata per una merenda estiva circa 6 mesi fa.  Ma poi capita l’occasione ghiotta, è il caso di dirlo, con […]

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: