Il primo tè matcha non si scorda mai…

È successo, finalmente! Finalmente, ho preparato il mio primo tè matcha!
Voi mi direte: e che ci vuole? Basta avere il tè, il frullino, una tazza e dell’acqua calda e il gioco è fatto!
E invece no! innanzitutto il “frullino” si chiama chasen, per favore! E poi si dà il caso che preparare il tè matcha sia un’arte, anzi, l’Arte del tè! Non senza un certo timore reverenziale mi appresto a parlarne, soprattutto ora che, svolgendo un corso di Cerimonia del Tè Giapponese da qualche lezione, mi rendo conto di quanto non si tratti solo di gesti e di utensili, ma di un vero linguaggio, di una mentalità decisamente lontana da quella del nostro mondo occidentale.

Comunque sia, nella scorsa lezione ho preparato, finalmente, il mio primo vero tè matcha. Dico vero perché finora, possedendo un frullino, pardon, chasen, e un tè, mi era già capitato di prepararlo; ma così, senza nessuna spiegazione né consiglio, posso ora dire che avevo preparato dell’acqua calda verde dal gusto particolarmente forte.

Ma veniamo alla preparazione del té matcha, quello vero.

Intorno alla preparazione del tè ruota, ovviamente, tutta la cerimonia del té. Da quando si entra nella stanza del tè a quando si preparano gli strumenti e si usa il fukusa per pulire gli utensili, tutto è studiato in funzione del gesto di preparazione della verde bevanda.

Prima di preparare il tè va scaldata la tazza. Si prende l’hishaku, il mestolo di bambù, e si prende dal bollitore l’acqua calda che viene versata nel chawan, la tazza. Si prende quindi il chasen, il frullino, e lo si pulisce con l’acqua controllando le punte in bambù per verificarne la consunzione.

Con movimenti fluidi e armonici si gira poi l’acqua nella tazza in modo da scaldarne le pareti, quindi si getta. Si pulisce la tazza, quindi si prende dal nazume, il contenitore per il tè, la verde polvere del matcha con il shashaku, due volte.

A questo punto tutto è pronto per il tè. Con l’hishaku si prende acqua fredda dal mizusashi, il contenitore dell’acqua fredda, per versarla nel bollitore, in modo da mitigare il bollore. Immediatamente, quasi ad inseguire l’ultima goccia versata, si tuffa l’hishaku nel bollitore per prendere l’acqua calda, di cui solo metà, il giusto quantitativo per una tazza di tè matcha, si versa nel chawan.

È il momento: si mescola energicamente il tè col chasen, fino a creare una schiumetta verde chiaro piuttosto decisa. L’ultimo giro di chasen serve per raggruppare la schiuma centrale quasi a fare una collinetta: il touch of class, come si suol dire…

Ed eccolo pronto il primo tè matcha della mia esistenza da preparatrice consapevole di tè verde giapponese secondo la tradizione. Perché ancora è troppo presto per dire che sono un’esperta di cerimonia del tè…

4 responses to this post.

  1. Posted by Alessandra - L'angolino di Ale on 17/04/2013 at 19:51

    Bere una tazza di tè matcha è un’esperienza di vita! Immagino che prepararlo sia ancora meglio…mi piacerebbe partecipare ad un corso di degustazioni di tè, mi manca il tempo…mannaggia!

    Rispondi

    • eh, il tempo tiranno è proprio ciò che va contro la filosofia della cerimonia del té! Comunque non disperare: io per anni ho aspettato il momento giusto e finalmente è arrivato! Non si sa mai…

      Rispondi

  2. Posted by Amalia on 20/10/2013 at 10:14

    ciao sai indicarmi un sito dove comprare gli strumenti per la cerimonia?

    Rispondi

    • eh, in teoria i negozi specializzati in té (come la Peter’s Tea House o La via del Té) li hanno, solo che se li fanno pagare un bel po’. E in Italia non arriva proprio tutto: giusto il frullino e il cucchiaino per il matcha, mentre il colino per l’acqua, per esempio, non si trova (forse, al limite, in qualche negozietto di oggettistica orientale tenuto da orientali apposta per orientali, non so se mi spiego).

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: