E anche a Lima ho trovato il Bubble Tea. Che si chiama Babolti!

babolti

Potrei dedicare un blog solo al bubble tea, dato l’entusiasmo che mi sale ogni volta che incappo in un piccolo negozino che distribuisce la preziosissima bibita/merenda che adoro con tutta me stessa.

Ogni volta trovare il bubble tea in giro per il mondo è una sorpresa, una gioia e un’emozione, ben ripagata poi dalla bontà del bubble tea che di volta in volta prendo. La prima volta fu a New York, la seconda in Australia (Sydney, Melbourne e Brisbane), la terza fu Berlino all’inizio dell’estate e infine, questa quarta e (per ora) ultima volta, a Lima la settimana scorsa.

Ebbene sì, anche Lima ha il suo dispensatore di Bubble Tea e, a giudicare dagli articoli di giornale che espone orgogliosamente, dev’essere l’unico nella capitale peruviana, se non di tutto il Perù, e considerato che nelle altre città peruviane non l’ho trovato…

Ma veniamo al bubble tea di Lima, anzi al Babolti. Sì, perché il nome del piccolo locale – che fa anche pasticceria/caffetteria ed è frequentato soprattutto per questo – è proprio Babolti, cioè la traslitterazione della pronuncia, né più né meno. Già solo per questo mi sta simpatico.

L’offerta è piuttosto varia, e tiene conto del gusto locale per i frutti esotici e della poca dimestichezza con il té in quanto tale. Il bubble tea, anzi babolti che viene offerto è soprattutto un succo di frutta, o un té addizionato con latte e con succhi di frutta, e le immancabili perle di tapioca (la quale, essendo fatte di farina di manioca, prodotto tipico dell’America Latina, giustamente meritano di essere consumate in Perù!), senza le quali il bubble tea non sussiste.

Io ho preso un babolti, anzi baboltisimo, molto tropicale: succo di ananas, lichee e melone con le perle di tapioca: una delizia dolcissima che mi ha scaldato il cuore, nonostante a Lima facesse freddino venerdì scorso, quando l’ho preso a colazione.

Babolti si trova a Miraflores, nel quartiere più all’occidentale della città, lungo Av. José Pardo, centralissima, e trafficatissima, arteria di comunicazione di quella che possiamo considerare la zona più signorile della capitale peruviana.

Fortuna o naso da tartufi il mio? Non lo so, ma la mia ricerca intanto continua… chissà che un giorno non arrivi anche in Italia?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: