E’ arrivato un bastimento carico di… Mate di Coca

Sono appena rientrata da un viaggio di due settimane in Perù. Come sempre, quando sono in viaggio cerco il più possibile di approfondire gli aspetti della cultura che incontro che più mi interessano, e così anche questa volta ho scoperto tutto un magico mondo che ruota intorno al té, o meglio agli infusi, anzi, per chiamarlo con la parola giusta, al mate. Tra le varie opzioni che ho incontrato, quella che sicuramente più affascina e stimola la fantasia è il mate de coca. Si tratta di un infuso a base di foglie di coca, sì, proprio quelle foglie di quella pianta che opportunamente trattate danno origine alla cocaina. La cocaina è una droga ovviamente vietata, mentre il consumo di foglie di coca in Perù è più che concesso, anzi, fa parte della tradizione popolare di buona parte della popolazione peruviana, soprattutto quella andina.

coca leaf

La coca viene coltivata nell’area di Cusco, tuttavia è utilizzata, almeno tradizionalmente – ora col turismo è diventato un bene diffusissimo un po’ in tutto il Perù – proprio nel territorio andino, nel quale la popolazione ha a che fare con l’affaticamento dovuto all’altitudine e all’aria rarefatta che taglia il fiato. Le popolazioni andine masticano foglie di coca – che sono decisamente amare – oppure le bevono sotto forma di mate, ovvero di infuso.

mate de coca

il mio primo mate de coca

Come potete ben immaginare, non sono stata solo a guardare e a prendere appunti, ma ho provato anch’io il mate di coca, che ho sperimentato sia in bustina – visto che è molto commercializzato – che in foglia vera e propria.

Per prepararsi un mate di coca come dio comanda bisogna mettere in infusione in acqua bollente (per i turisti sarà bene che sia bollita, a meno che non utilizzino direttamente l’acqua minerale) ben 7 foglie di coca. Le foglie non sono fresche, ma essiccate, e questo perché, come dicevo prima, solo nella regione di Cusco si coltiva la pianta, mentre le foglie vengono consumate da sempre in tutta la regione andina. Il sapore, come si può ben immaginare, è naturalmente più intenso se si sceglie di prepararsi l’infusione direttamente dalle foglie: più intenso, più fresco, ma più amaro, lasciando un  sapore amarognolo in bocca. Le foglie di coca contengono tra le altre cose caffeina, pertanto sono un eccitante naturale. Sarà, ma io dopo averne bevuto una tazza mentre ero sul Lago Titicaca, mi sono addormentata senza pietà!

mate de coca

Il mio mate de coca sul lago Titicaca

E proprio sul Titicaca esiste una consuetudine abbastanza bizzarra, legata alle foglie di coca, che vale la pena di raccontare: sull’isola di Taquile gli abitanti consumano, come in tutta la regione andina, le preziose foglie, ma addirittura gli uomini dell’isola, la usano come gesto di saluto quando incontrano altri uomini: gli uomini sposati dell’isola, che hanno un abbigliamento tutto particolare, portano legata in vita una borsa di lana variopinta contenente foglie di coca. Quando incontrano un altro uomo sposato, l’usanza è di salutarsi scambiandosi foglie di coca che ognuno preleva dalla propria borsa.

Isla Taquile

Nella piazza del pueblo di Taquile gli uomini che si incontrano si salutano scambiandosi foglie di coca

La coca non è l’unico eccitante naturale presente in Perù. E’ quello più famoso, quello che fa più folklore, che viene propinato ai turisti contro il mal d’altura, ma non è l’unico. Un’altro infuso ha le stesse qualità del mate di coca, ed è il mate de muña. Che cos’è? Lo scoprirete nella prossima puntata…

7 responses to this post.

  1. […] About « E’ arrivato un bastimento carico di… Mate di Coca […]

    Rispondi

  2. […] questo momento. Dopo gli entusiasmi procurati dal viaggio in Perù e dalla scoperta dei suoi mate, di coca e di muna, sono ripiombata nell’autunno italiano dal quale attendo qualche segno per dire […]

    Rispondi

  3. […] due ore di navigazione – durante le quali imparo a farmi il mate de coca da sola, usando 7 foglie per una tazza d’acqua calda – rientriamo a Puno. Visitiamo brevemente […]

    Rispondi

  4. […] qualcosa, non so… ah sì, certo! Se Perù dev’essere Perù sia! E allora preparo un mate de coca, direttamente importato dal Perù, dove è bevanda tipica che viene offerta in qualunque […]

    Rispondi

  5. Scambiarsi coca quando ci si incontra… Per noi bizzarro. Per loro tradizione. Bel post.

    Rispondi

    • Grazie! Puoi immaginare il mio choc quando me lo raccontavano. Ma poi sei lì, e vedi le persone, e vedi le situazioni. E tutto sommato non ti sembra più così strano..

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: