Rompe-té le regole…

Ormai ho visto proprio tutto, come dicevo qualche post fa a proposito del Coca-cola Matcha, pertanto non vi stupirà se vi propongo due metodi per crearvi un té tutto particolare e tutto personalizzato, senza passare per le normali “regole”, ma anzi rompendole decisamente! Le due idee che vi propongo, e che prima o poi intendo provare (una delle due anche nell’immediato futuro, visto che è piuttosto estiva…) rompono per l’appunto le regole, se così si possono chiamare, della normale preparazione del té, quella che passa per l’acqua bollente, la teiera e l’infusione di una tipologia di té. Le due idee naturalmente non sono mie (anche se la seconda delle due qualche volta mi è passata per la mente): la mia fonte è Operation:tea, una sala da té vietnamita (dalla quale mi aspetterei un certo rispetto per le tradizioni, invece…).

Ma basta perdere tempo, ecco le due idee, facili da realizzare, che mi sento di proporvi e che, vi assicuro, prima o poi sperimenterò io stessa:

1) Ice-brewed Tea – il té infuso nel ghiaccio

Per la stagione estiva può essere l’ideale, inoltre la preparazione non è più lunga del normale iter per preparare l’ice-tea a partire da un’infusione di té in foglie, qualunque esso sia. La mia fonte propone comunque di usare del té verde in foglie non aromatizzato, non meglio specificato. Le foglie vanno messe all’interno di una teiera secondo il normale quantitativo che si usa per un’infusione tradizionale (ci possiamo anche aiutare con un dosatore, ma le foglie in questo caso specifico devono poter stare libere all’interno della teiera), dopodiché la teiera va riempita con cubetti di ghiaccio e lasciata lì a temperatura ambiente ad aspettare che il ghiaccio si sciolga. La mia fonte avverte che si deve attendere all’incirca mezz’ora perché l’infusione sia conclusa. Avrete così una bevanda freschissima e senz’altro innovativa, leggera e dissetante. L’idea, decisamente di stagione, vale la pena di essere provata…

ice-brewed tea – fonte: operation:tea blog

2) Blend-by-Brew – tu tea is megl’ che  uan  🙂

Quante volte avete pensato di mischiare nell’infusione due blend di té differenti? In fondo è il principio stesso di blend famosissimi come l’English Breakfast… in questo caso però noi prepariamo due infusioni differenti (la mia fonte propone uno Yunnan e un Houjicha, quindi un té cinese e uno giapponese), dopodiché le mischiamo insieme al momento di servirle. L’idea sembra interessante, anche per mescolare té aromatizzati ai frutti, ai fiori oppure té affumicati, té speziati e chi più ne ha più ne metta… si può scatenare davvero la fantasia, anche perché non penso che possa “uscire” un té cattivo dalla somma di due té buoni, al massimo può succedere che i due té sono poco compatibili e uno sovrasta l’altro. Sta al buon senso e alla sensibilità con profumi e sapori cercare di capire quali abbinamenti possono stare bene insieme…

E voi, cosa sperimenterete quest’estate?

3 responses to this post.

  1. Oddio, l’infusione nel ghiaccio è da provare assolutamente!!!!!!🙂

    Rispondi

  2. Assolutamente sì! Se per caso decidi di provare fammi sapere come ti è andata!

    Rispondi

  3. […] mie ultime scoperte in fatto di té freddo, prima la ricetta per prepararlo direttamente nel ghiaccio, poi la scoperta del Twinings Fresh, mi hanno fatto pensare un attimo a che cos’è il té […]

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: