È ESTATE: CI BEVIAMO UNA TAZZA DI TÈ?

Una bella tazza di tè caldo è l’immagine che normalmente si associa all’inverno, magari ad una giornata piovosa e buia. D’inverno il tè caldo dà ristoro, sollievo, fa compagnia, tiene caldo. Alcuni blend  sono poi tipicamente invernali: prendiamo il classico arancia e cannella, per esempio. E d’estate? Non vorrete mica bere un tè nero arancia e cannella d’estate? Il solo pensiero già vi fa sudare! Per fortuna hanno inventato il tè freddo. Non parlo di quello in bottiglia o di quello liofilizzato che si compra al supermercato e si scioglie nella bottiglia di acqua minerale. Sto parlando di tè freddo fatto in casa. Come? È molto semplice: si fa sobbollire quant’acqua si vuole, si mette in infusione il tè che si preferisce (il classico è il tè alla pesca, naturalmente, ma anche altri frutti, in particolare quelli estivi ed esotici, possono regalare delle soddisfazioni). Ora zuccherate, se ritenete opportuno farlo, e quindi lasciate raffreddare. Certo, dovrete pensare un paio d’ore prima che vorrete bere il tè freddo, ma, come vedete, prepararlo è semplicissimo. Poi sceglierete voi come servirlo, se freddo di frigo o con cubetti di ghiaccio, fettine di frutta e un rametto di menta per guarnire.

A proposito di menta, il tè alla menta del mondo arabo, anche se caldo, è la bevanda preferita dai beduini del deserto, e se non fa caldo lì…! Perché la menta ha un alto potere rinfrescante e soprattutto dissetante ed è l’ideale per affrontare il deserto mediorientale o sahariano. Provatelo la sera, dopo cena, molto zuccherato, e non ve ne pentirete.

Infine, prima vi dicevo di non rivolgervi al tè liofilizzato. A meno che non vi troviate in Turchia. Lì va molto  il tè in polvere alla frutta (alla mela, principalmente, ma l’ho bevuto anche al limone, all’arancia e alla ciliegia), che può essere preparato caldo o freddo. Io personalmente l’ho bevuto solo freddo e posso garantire che non è poi così male. In più è naturalmente zuccherato, per cui si rivela un’ottima bevanda per rinfrescare i caldi pomeriggi estivi.

Se invece non potete proprio rinunciare al tè o all’infuso caldo anche d’estate, potete comunque ricorrere a quei flavours che, anche se caldi, sono naturalmente rinfrescanti. Mi riferisco agli infusi ai frutti estivi o tropicali, quali la pesca, il mango, l’ananas; oppure al karkadé, anch’esso bevanda tipica del mondo arabo nord sahariano, di un bel rosso vivo e dal sapore lievemente acidulo, quindi stuzzicante. Se volete il tè, consiglio il tè bianco eventualmente aromatizzato al melograno, oppure il tè verde aromatizzato al gelsomino o, nuovamente, ai frutti esotici. Anche se caldo, vi deve ricordare l’estate!

Che sia caldo o che sia freddo, il tè è comunque un utile apporto in estate: già sapete quanto sia importante bere acqua col caldo per contrastare la disidratazione. Se invece che acqua pura assumiamo qualche buona sostanza in più, zuccheri e quant’altro sa contenuto nel tè e negli infusi, non può farci che bene contro l’afa e il caldo torrido.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: