é arrivato un bastimento carico di té dal Medioriente!

E’ facile portarmi un pensierino dalla nazione in cui si decide di passare le proprie vacanze. Una semplice tipologia di souvenir, chiaramente dai Paesi che ne hanno la tradizione: il té.

E così, dato che ho finito le scorte di té alla salvia che mi ero procurata in Giordania nel corso del mio splendido viaggio (di cui ho fornito qui il reportage), ho chiesto a mio suocero, in partenza per Siria e Giordania, se me lo poteva procurare. Non immaginavo che la sua vacanza si sarebbe trasformata in una caccia al té alla salvia! Né pretendevo a tutti i costi che me lo portasse, chiaramente..ecco comunque il resoconto di questa caccia al té degna di una caccia al tesoro!

giordania

La ricerca comincia a Damasco, in un bazar vicino alla moschea, dove un venditore di té espone la propria merce. Alla richiesta di té alla salvia, però, costui risponde negativamente: ha solo té nero, va bene mezzo chilo? Ed ecco 1/2 kg di té nero sfuso al quale il venditore abbina delle splendide e profumatissime bacche verdi di cardamomo.

Però il té alla salvia non si trova! In tutto il viaggio, attraverso la Siria e la Giordania, il té alla salvia pare essere scomparso dai bazar. La cosa che più ci si avvicina è un Herbal tea della Al-Rawabi, in bustina, dello stesso marchio del té alla salvia che a suo tempo mi ero procurata io. Beh, non sarà té alla salvia, ma è quanto più ci si avvicina e comunque il viaggio ormai è quasi finito. Marina (io) si accontenterà.

E invece…l’ultimo giorno di permanenza in terra giordana il té alla salvia fa la sua miracolosa apparizione: è un té sfuso prodotto nella Riserva Naturale di Dana, un té nero con foglioline di salvia intere e spezzettate. Una meraviglia.

Risultato: ringrazio tantissimo mio suocero per il rifornimento di té! Oltre al té alla salvia ho guadagnato un preziosissimo carico di té nero e cardamomo e uno speciale Herbal tea che non vedo l’ora di provare. A proposito, sono le 18: giusto giusto l’ora ideale per una tazza di té!

salvia

One response to this post.

  1. […] con voi il té nero che mi è stato fatto recapitare direttamente dal Bazar di Damasco. Ricordate il bastimento carico di té  che mi è giunto miracolosamente pochi giorni fa? Ne viene dalla Siria e dalla Giordania. Nello […]

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: